Rotoballe

Dalla raccolta dell'ulivo alla potatura i sarmenti (scarti) che si accumulano sono sempre di più, e visto che la loro trinciatura e la successiva dispersione tra i filari amplifica la possibilità di propagazione di funghi e malattie, ecco perchè l'azienda agricola LUCCIOLINI ROBERTO decide di avvalersi delle nuove tecnologie per proporre un modo alternativo di trattare i residui, tuto ciò si focalizza nella nuova ROTOIMBALLATRICE un macchinario agricolo altamente tecnologico che raccoglie tutti gli scarti della potatura, vite, ulivo etc.., li pressa e li lega in balle di dimensioni omogenee, tanto compatte da poter essere affettate con la motosega

Il materiale così imballato può essere facilmente movimentato e stoccato. In seguito le balle possono essere utilizzate come combustibile in apposite caldaie,o tagliate e bruciate nei camini. Si trasformano così gli scarti della potatura in un'ideale fonte di energia rinnovabile.


La nuova rotoimballatrice per sarmenti e potature, di nuova concezione, estremamente versatile e tecnologicamente avanzata. E' costruita con rulli in acciaio speciale indurito con specifici trattamenti termici. Studiata per minimizzare l'assorbimento di potenza attraverso meccanismi di rotazione delle pareti della camera di compressione.

Impiega in media meno di un minuto per compiere l'intero ciclo di lavorazione:

- carico del materiale da imballare

- legatura della balla

- scarico automatico della balla dal portello posteriore

Il peso della balla prodotta è di circa 25-35Kg, con la possibilità di variarne il peso aumentando o diminuendo la pressione all'interno della camera.

Riesce ad imballare ramaglie e potature fino a 3,5 cm di diametro. Per l'imballaggio utilizza una speciale rete estrusa in PP (polipropilene), studiata apposta per mantenere compatti i sarmenti di vario tipo.
La dimensione della rotoballa è Larghezza 60cm - Diametro 40cm.

Chiama
Mappa